Cooperative di comunità

Cooperative
Tipografia

È arrivata la V edizione della scuola dedicata alle Cooperative di Comunità.

Confcooperative, in collaborazione con Legacoop Emilia-Romagna, ha chiesto alla Regione Emilia-Romagna un maggior sostegno per queste imprese create da cittadini volenterosi che vogliono promuovere il benessere e lo sviluppo dove c’è bisogno.

Le Cooperative di Comunità nascono in luoghi dove non c’è coesione sociale, in paesi isolati o senza adeguati collegamenti, zone spesso spopolate dove nessuno ha più interesse a investire. Dal 2014 si svolge la Scuola delle Cooperative di Comunità, sull'Appennino reggiano e tema di quest’edizione sarà: #oltreconfine - Piattaforme comunitarie per economie plurali

Questa scuola è ormai un punto di riferimento a livello internazionale che pone l’accento sul territorio e la comunità. La prima parte di questa edizione si è tenuta venerdì 22 e sabato 23 marzo a Succiso presso la Cooperativa “Valle dei Cavalieri”, la seconda sessione avrà luogo a Cerreto, venerdì 5 e sabato 6 aprile alla Cooperativa di Comunità “I Briganti”.

Insegna I Briganti Di Cerreto

Foto: insegna Cooperativa i Briganti di Cerreto 
© Pagina Fb Scuola delle Cooperative di Comunità

Al centro delle discussioni ci sarà l’analisi delle pratiche adottate dalle Cooperative di Comunità per promuovere nuove forme di mutualismo e di economie promosse dai cittadini; si cercherà di creare una riflessione a 360° con tutti i partecipanti a quest’esperienza formativa. Gli ospiti chiamati a intervenire saranno ben 50 e illustreranno come questo modello dovrebbe esser preso a esempio in tutta Italia.

Già alcune Regioni hanno adottato leggi ad hoc per promuovere e sostenere queste cooperative di comunità mentre alla Giunta della Regione Emilia-Romagna è stato chiesto di promuovere iniziative che potessero incentivare la nascita di tali imprese, anche con aiuti economici.

Tramite le esperienze che verranno raccontate e le competenze che si possiedono, si spera do far diventare le cooperative di comunità delle protagoniste sul territorio. Milza, Presidente Confcooperative e Giovanni Monti Presidente Legacoop, sperano che questo modello possa diventare presto un esempio di cooperazione da poter adottare in tutto il territorio.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.