Scie chimiche

Le perle (pirle)
Tipografia

Una delle bufale più articolate e persistenti diffuse da Internet è quella delle scie chimiche rilasciate dagli aerei.

Sarebbe un rilascio organizzato non si sa bene da chi, né per quali scopi.

La confutazione più ragionevole mi sembra quella proposta da Wikipedia, che sostiene che: «Sarebbe necessaria una gigantesca operazione di copertura su scala internazionale, che coinvolgerebbe un numero incredibilmente alto di persone impiegate in diversi settori professionali: piloti, controllori di volo, governanti, militari, meteorologi, scienziati, ecc.

Un'operazione del genere è pressoché impossibile da gestire, perché vi sarebbe un'enorme quantità di dati da falsificare, per di più in modo che questi risultino perfettamente compatibili e concordi tra di loro.

Inoltre, aumentando il numero di persone a conoscenza di un'operazione segreta, aumenta anche il rischio che tale operazione possa essere scoperta. Ognuna di queste persone, infatti, potrebbe potenzialmente rivelare la natura di tale operazione (accidentalmente o volutamente) facendola quindi fallire.»

Ma ammettiamo per un attimo che sia tutto vero, se non sappiamo chi ha messo su tutto questo ambaradan e per quali scopi, mi viene spontaneo da dire su questo presunto fenomeno: “Chi se ne frega!”

Maurizio Cocchi

Condividi

FacebookTwitter
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×