Conosciamo meglio la Giunta legislativa regionale

Legislatura
Tipografia

Vediamo quindi chi saranno i responsabili dell’azione della Regione Emilia-Romagna.

Dopo l’appuntamento elettorale regionale del gennaio scorso, l’Assemblea legislativa ha provveduto, ai sensi degli artt. 43, comma 1, lett. b, 44, comma 1, e 45, comma 2, dello Statuto, a nominare gli Assessori, in buona parte diversi da quelli del primo mandato del Presidente Bonaccini, e ad assegnare a loro le deleghe sulle singole materie di competenza dell’Ente.

La Giunta dell’Emilia-Romagna vuole porre il lavoro al centro della sua azione, visto il rischio di povertà e di esclusione sociale, dell’esplosione della disoccupazione giovanile e della precarietà professionale che stanno penalizzando un’intera generazione. L’aumento dell’estensione del mercato ha comportato un aumento della domanda e l’emergere di nuovi spazi per produzioni di beni e servizi ad alto valore aggiunto. 

L’Emilia-Romagna si candida quindi al rilancio dell’obiettivo della piena e buona occupazione. In questa prospettiva la Giunta e le componenti della società regionale condividono le linee di azione con cui ognuno si impegna a contribuire al rilancio dello sviluppo e dell’occupazione. Nel prossimo quinquennio le relative principali deleghe saranno:

1) Elena Ethel Schlein (detta Elly), Vicepresidente ed Assessore sovrintenderà al Patto per il clima, alla Cooperazione internazionale, allo sviluppo e aiuti umanitari, alla promozione delle politiche sociali, di inclusione sociale e di opportunità per le persone e le famiglie. Si occuperà inoltre delle Politiche per l’immigrazione, della Prevenzione e riduzione delle condizioni di bisogno, del contrasto delle povertà e delle disuguaglianze, dell’Economia Solidale, delle Politiche di intervento rivolte al mondo giovanile. Curerà le Politiche socioeducative per l’infanzia e per l’adolescenza, la Promozione di politiche per lo sviluppo del volontariato, dell'associazionismo e del terzo settore. Programmerà la gestione delle politiche abitative, la Promozione e sviluppo dei rapporti istituzionali con gli organi dell’Unione Europea e relazioni internazionali.

2) Paolo Calvano che sarà Assessore al Bilancio, al Personale, al Patrimonio e al Riordino Istituzionale, sovrintenderà alle Politiche finanziarie e fiscali, di analisi e controllo della gestione finanziaria, di organizzazione dell’Ente, di indirizzo e controllo dell'amministrazione del personale. Gestirà le relazioni sindacali, le politiche di valorizzazione e di impiego del patrimonio mobiliare ed immobiliare della Regione. Controllerà le partecipazioni regionali, le Politiche di riordino e di coordinamento del sistema istituzionale delle Autonomie Locali. Infine curerà la comunicazione interna, le relazioni con il pubblico, le procedure di trasparenza e l'anticorruzione.

Sala Consiglio ER

Foto: riunione di Giunta 

3) Vincenzo Colla che sarà Assessore allo Sviluppo Economico e Green Economy, al Lavoro e alla Formazione, sovrintenderà al patto per il lavoro e alla legalità, al coordinamento interassessorile per la buona occupazione, alle politiche di promozione per lo sviluppo economico e produttivo nell'industria, nell'artigianato, nei servizi, nel terziario e nella cooperazione. Sarà di sua competenza anche la Green Economy, lo sviluppo dell’economia verde a bassa emissione di carbonio, il sistema energetico regionale, lo sviluppo dell’export, l’internazionalizzazione, l'attrattività del sistema produttivo ed economico. Svilupperà la promozione e il coordinamento delle reti e delle attività di ricerca industriale, di trasferimento tecnologico e della creazione di nuove imprese. Sarà sua competenza la gestione delle attività del programma POR-FESR e POR-FSE, l’accesso al credito, lo sviluppo del sistema fieristico regionale, lo sviluppo del sistema camerale regionale, lo sviluppo dello sportello unico e dei servizi al sistema produttivo, la disciplina generale dei lavori pubblici e dell’osservatorio sugli Appalti, della sicurezza e della legalità del lavoro, delle politiche attive e passive del lavoro. Interverrà nei processi di crisi, di ristrutturazione e di riorganizzazione aziendale, della formazione per l’innovazione e della competitività del sistema delle imprese.

4) Andrea Corsini che sarà Assessore alla Mobilità e ai Trasporti, alle Infrastrutture, al Turismo e al Commercio sovrintenderà alla programmazione delle reti di infrastrutture e del sistema delle comunicazioni stradali, di quelle ferroviarie, di quelle portuali, di quelle idroviarie, di quelle marittime, di quelle aeree, di quelle interportuali e di quelle autofilotranviarie. Curerà lo sviluppo della mobilità delle persone e delle merci, la qualificazione e lo sviluppo del sistema turistico e la promozione dell’offerta turistica. Si occuperà dello sviluppo della portualità a finalità turistica, dello sviluppo del termalismo, delle attività commerciali, della tutela dei consumatori/utenti, del Demanio Marittimo.

5) Raffaele Donini che sarà Assessore alle Politiche per la salute, sovrintenderà alla tutela della salute, alla programmazione e qualificazione del sistema sanitario regionale, alla gestione delle politiche per la non autosufficienza e per il coordinamento dei servizi sociosanitari. Curerà la sanità veterinaria, l’Igiene e la sicurezza degli alimenti, la prevenzione e il contrasto delle dipendenze.

6) Mauro Felicori che sarà Assessore alla Cultura e al Paesaggio, sovrintenderà la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico, naturale, architettonico e paesaggistico regionale. Sosterrà l’industria cinematografica, audiovisiva e musicale. Coordinerà e promuoverà le attività culturali e la formazione musicale, la cultura emiliano-romagnola e i settori creativi all'estero. Diffonderà la cultura della pace e il sostegno alle attività di valorizzazione della storia del Novecento in Emilia-Romagna, gli interventi di sostegno alle Istituzioni culturali, alle Biblioteche, agli Archivi storici e ai Musei regionali.

7) Barbara Lori che sarà Assessore alla Montagna, alle Aree interne, alla Programmazione territoriale e alle Pari opportunità, sovrintenderà gli interventi a favore della montagna e la valorizzazione dei territori montani. Promuoverà l’attuazione dei “programmi speciali d’area” previsti dalla L.R. n. 30/96 e le intese istituzionali, la programmazione e pianificazione territoriale. Tutelerà la biodiversità, il governo del sistema regionale delle aree protette, la forestazione, la programmazione e pianificazione paesaggistica. Disciplinerà il miglioramento della qualità edilizia e la promozione delle politiche e iniziative per le pari opportunità.

Alcuni Assessori Di Giunta

Foto: da sinistra gli Assessori Felicori, Schlein, Venturi

8) Alessio Mammi che sarà Assessore all'Agricoltura, all'Agroalimentare, alla Caccia e alla Pesca, sovrintenderà alla politica agricola e ai pagamenti in agricoltura. Svilupperà l’economia agricola ecosostenibile, la tutela fitosanitaria, la ricerca e la sperimentazione in agricoltura. Promuoverà le forme associative agricole, lo sviluppo delle filiere agroalimentari, le imprese, gli investimenti per le strutture aziendali, le infrastrutture rurali, i sistemi di qualità agricole. Valorizzerà l’economica turistica ed enogastronomica dei prodotti agricoli ed alimentari, la multifunzionalità delle imprese agricole, l’educazione alimentare, la bonifica e l’irrigazione. Promuoverà la protezione della fauna e disciplinerà le attività venatorie, lo sviluppo dell’economia ittica, l’attuazione dei programmi comunitari sulla pesca, la pesca nelle acque interne e l’acquacoltura. 

9) Irene Priolo che sarà Assessore all'Ambiente, alla Difesa del suolo e della costa, nonché alla Protezione Civile sovrintenderà alle politiche integrate di sostenibilità ambientale, alla sicurezza territoriale, alla protezione civile. Promuoverà le politiche per la riduzione del rischio sismico, per l’economia circolare, per il riciclo e il recupero di materia dai rifiuti, la pianificazione degli acquisti verdi, la produzione sostenibile. Regolerà il controllo ambientale, i servizi pubblici locali ambientali, il demanio idrico, l’attuazione delle autorizzazioni ambientali, le procedure di valutazione ambientale di piani, programmi e progetti. Svilupperà l’informazione e l’educazione alla sostenibilità, gli indirizzi per la gestione integrata delle zone costiere e la strategia del mare, gli indirizzi e il governo del sistema delle Agenzie: 
• Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia (ARPAE),
• Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile,
• Agenzia interregionale del fiume Po (AIPO).

10) Paola Salomoni Assessore a “Scuola, Università, Ricerca, Agenda Digitale” sovrintenderà al diritto allo studio scolastico e universitario, all'edilizia scolastica e universitaria, all'organizzazione della rete scolastica, alla valorizzazione delle autonomie scolastiche e al coordinamento degli interventi a favore delle scuole. Svilupperà l'attrattività scientifica del territorio attraverso la ricerca e l’alta formazione, l’agenda digitale, l’innovazione tecnologica, le infrastrutture di rete e le competenze digitali. Coordinerà i progetti interassessorili attuativi nell'ambito dell’innovazione tecnologica, lo sviluppo e l’innovazione dei sistemi informativi interni e la rete dei servizi telematici per il sistema delle Autonomie locali.

Infine al Presidente della Giunta Regionale Stefano Bonaccini, oltre all'esercizio delle funzioni che gli sono proprie in forza dell’art. 121 della Costituzione come modificato dall'art. 1 della Legge Costituzionale 22/11/99, n. 1, e dell’art. 43 dello Statuto Regionale, competeranno le seguenti materie:
• i rapporti fra Regione e Stato, il coordinamento delle politiche relative alle riforme costituzionali e alla richiesta dell’Autonomia differenziata;
• la programmazione dei fondi europei;
• la sicurezza e la promozione della cultura della legalità;
• le politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato;
• la promozione delle attività sportive, dei grandi eventi e di sviluppo dell’impiantistica;
• le iniziative per la semplificazione delle procedure e delle attività regionali;
• la ricostruzione delle aree colpite dal sisma.

Giulio Capello

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS