Bologna riacciuffato all'85esimo minuto

Sport
Tipografia

Grande spettacolo e tanti gol al Mapei Stadium, Sassuolo – Bologna 2-2.

Un Bologna che non ti aspetti, diverso dalle altre gare, determinato, generoso e soprattutto attento. Finalmente Mr. Inzaghi ha cambiato modulo, proponendo un 4-3-3 iniziando l’incontro, con il solito Skorupsky tra i pali, in difesa: Mbaye, Helander, Gonzàlez, Calabresi; a centrocampo: Svanberg, Pulgar, Poli e trio d’attacco: Orsolini, Santander e Palacio. Partenza del Bologna scoppiettante, mai entrato in partita in maniera così decisa.

Inizio che mette a disagio il Sassuolo, schema su calcio d’angolo e arriva il vantaggio del Bologna: Svanberg da trenta metri lancia un missile terra aria che Consigli respinge ma la difesa poco attenta si fa rubare il pallone dal Ropero che crossa per Palacio (El Trenza) che sotto porta la mette sotto l’incrocio dei pali: 1-0 Bologna, che fino a quel momento era una delle pochissime squadre non aver segnato in trasferta.

Sassuolo Bologna Serie A

Foto: Sassuolo - Bologna Serie A 

Sull'azione successiva, el Ropero colpisce di testa e il pallone si impatta sul palo, immediato capovolgimento di fronte, il Sassuolo si divora un gol praticamente fatto. È solo il preludio del pareggio dove Berardi trova un varco sulla fascia, passando il pallone a Marlon che da 35 mt. scaglia un siluro che si insacca dietro l’incolpevole Skorupsky. Tra un autogol mancato da Helander e confusione finisce il primo tempo.

Secondo tempo prova di eurogol di Svanberg, ma Consigli si oppone. Sul calcio d’angolo successivo, lo schema produce i suoi effetti, Gonzalez raccoglie il cross che si infila tra la selva di gambe, Mbaye è il più lesto, tocca sporco e il pallone si insacca, riportando il Bologna in vantaggio. Esce Orsolini ed entra Dzemaili, poco dopo entra Krejčí per Svanberg, e ma è il Sassuolo a suonare ancora le trombe, Calabresi fa fallo in area su Berardi e l’arbitro decreta il rigore che Boateng realizza riportando le squadre in parità.

Il Sassuolo, a minuti quasi scaduti, avrebbe anche potuto vincere l’incontro, ma fortunatamente Matri ha calciato alto e sinceramente per i rossoblù sarebbe stato un risultato beffardo. Al 91’ Falcinelli entra al posto di Palacio. Dopo 5 minuti di recupero, il direttore di gara fischia la fine delle ostilità registrando il risultato sul 2-2.

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×