L’importanza della lotta contro la violenza sulle donne

Speciali
Tipografia

La data è quella del 25 novembre, stabilita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2005.

Questa data fu decisa in ricordo delle tre sorelle Mirabal considerate esempio di rivoluzionarie che lottarono contro il dittatore che tenne nel caos la Repubblica Domenicana per anni. Il 25 novembre del sessanta, le sorelle vennero trucidate, massacrate da agenti militari. Per giustificare l’assassinio fecero credere all’opinione pubblica che le donne ebbero un incidente stradale. 

In Italia si è iniziato a celebrare questa giornata dal 2006, con manifestazioni contro la violenza femminile. Più di centomila donne a Roma nel 2007 manifestarono contro la violenza sulle donne senza alcuni patrocinio politico. Prima manifestazione sull’argomento che ebbe molto clamore mediatico.

L’Associazione “Casa delle donne per non subire violenza” di Bologna ogni anno organizza il Festival: “La violenza illustrata”, unico Festival nel panorama italiano interamente dedicato al tema. La violenza contro le donne è una violenza commessa contro le donne basata sui generi, una violazione dei diritti umani; essa si esprime in vari modi ed esiste in tutti paesi del modo.

Ragazza Che Sventola Un Foulard Rosso

Foto: ragazza che sventola in aria un foulard rosso 

La violenza più diffusa è la violenza psicologica seguita da quella fisica, sessuale economica; raramente viene esercitata in una sola forma. Molte donne hanno riferito di aver subito più forme di violenza in forma congiunta. Nella maggior parte dei casi la violenza è esercitata dal partner, dal compagno o dall’ex amante ecc.

Il 25 novembre ha fatto suoi simboli e colori: l’arancione, è il colore del quale si tinge il vestiario in questa giornata. Altro colore emblema del femminicidio, soprattutto nel nostro Paese, è il rosso che con le sue sfumature dell’amore e del sangue coglie il significato della giornata.

Il simbolo sono le scarpe rosse abbondonate, spesso riunite a centinaia, un’icona forte che lascia trasparire la forza della violenza quando colpisce. Per dire no alla violenza sulle donne e per sensibilizzare la società sul tema, anche nella nostra città sono in programma numerosi eventi con centina di scarpette rosse sparse per le piazze.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×