People Mover, la monorotaia che attraverserà la città

Dal territorio
Tipografia

La notte, tra sabato e domenica, è stata montata la guida sopraelevata che vedrà transitare le Navette People Mover.

Questo nuovo mezzo di trasporto, all'altezza della Aerostazione "Guglielmo Marconi", scavalcherà l'Autostrada A14 e la Tangenziale portando i viaggiatori direttamente da Aeroporto a Stazione e viceversa

A sinistra dell'immagine le guide future poggeranno su piloni altissimi per entrare al capolinea dell'Aeroporto, mentre a destra devia invece con decisione verso la Ferrovia dell'AV per Padova e Venezia, in costruzione avanzata, passandovi sotto grazie ad un fornice appena realizzato e che sarà l'unico punto a raso, e non sopraelevato, del percorso tra la Stazione ferroviaria di Bologna e i 5 Km per l'Aeroporto. Ricordo sempre a tutti che il PM non è un treno tradizionale e non ci sono binari. 

È comunque un veicolo elettrico che, in parte, si produce da sé l'energia necessaria alla propria trazione tramite quasi 10 Km di pannelli fotovoltaici montati su ambo i lati del percorso. È inoltre un veicolo gommato che poggia su piattaforme di acciaio all'interno di una guida dove il veicolo, senza conducente e gestito via computer dalla Centrale Operativa, vi è costretto dentro. Le Navette saranno inizialmente due, per diventare in futuro quattro, realizzate dalla ditta Intamin e viaggiano lungo un percorso dove entrambe partono dal rispettivo capolinea per trovarsi, a metà del percorso, muso contro muso nell'unica Stazione intermedia del tragitto situata al Lazzaretto in prossimità dell'Ospedale Maggiore. 

Qui troveranno il raddoppio della guida che consentirà loro di scambiarsi la precedenza e proseguire il viaggio verso la propria destinazione finale all'Aeroporto o alla Stazione Ferroviaria di Bologna. L'esigenza di questa tipologia di mezzi sopraelevati ad oltre 5 metri dal suolo è dovuta alla necessità di essere del tutto svincolati dagli intensi traffici ferroviari circostanti che non consentirebbero la regolarità di viaggi cadenzati, in entrambi i sensi, ogni 10 minuti. Una infrastruttura dunque moderna per un Aerostazione in espansione ed una Bologna sempre più meta di Turismo.

Roberto Amori

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×