Unioncamere, più bio la tavola degli italiani

Dal territorio
Tipografia

Sono oramai 60mila le aziende certificate, tra queste c’è l’Agriverde!

Sono sempre di più i consumatori attenti alla salute e all'ambiente, aumenta quindi la richiesta di prodotti biologici e aumentano le aziende che scelgono di produrre in modo naturale. Ora anche la certificazione è più accessibile grazie all'inserimento delle informazioni nelle visure rilasciate dalle Camere di Commercio.

La mappa che emerge è davvero interessante. I numeri del biologico nel nostro Paese descrivono un settore che si è trasformato e irrobustito negli ultimi anni, passando da tendenza rivolta a mercati di nicchia ad un vero e proprio stile di vita per molti consumatori. Al tempo stesso la riconversione al biologico sta rivestendo un ruolo importante per il rilancio del settore agro-alimentare

Mentre nell'agricoltura tradizionale, infatti, ogni anno numerose imprese chiudono, il settore del biologico sta andando in controtendenza. Adottando il metodo di coltivazione biologica e biodinamica, anche aziende di dimensioni più piccole possono stare con successo sul mercato.

Orto Con Vari Tipi Di Insalate

Foto: varie tipologie di insalata coltivata da Agriverde 

Forte la presenza di aziende biologiche certificate nelle regioni del Sud Italia, più del doppio di quelle con sede al Nord. Più della metà si concentra in sole cinque regioni con la Sicilia in testa (15,9) seguita da Calabria (13,4), dalla Puglia (11,6), dalla Toscana e dall'Emilia-Romagna che risulta essere la prima regione del Nord.

Un altro dato interessante è che solo il 6,6% può vantare una certificazione antecedente l’anno 2000 (il 38,9% ha ottenuto la certificazione tra il 2015 e il 2017) e la Cooperativa Sociale Agriverde è tra queste, essendo certificata fin dal 1997. Niente a che fare con le mode o le tendenze ma una scelta consapevole presa in “tempi non sospetti” che si è rivelata vincente.

Annalisa Paltrinieri

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×