CheftoChef riparte con un nuovo programma

Eccellenze
Tipografia

L’Associazione, che riunisce i migliori cuochi della regione, ha presentato i nuovi progetti per questa stagione.

Per il 2018 CheftoChef ha già pianificato una serie di eventi legati alla tradizione gastronomica italiana sia sul territorio nazionale che a livello internazionale per divulgare e far conoscere a un pubblico sempre più vasto le sue proposte. 

Sarà un anno molto importante per il settore agroalimentare ed enogastronomico perché il Governo ha proclamato il 2018 “Anno nazionale del cibo italiano” quindi si cercherà di far crescere questi settori aprendosi anche a nuove collaborazioni che dovranno andare al di là del territorio nazionale, cercando una maggior partecipazione a livello internazionale così da consentire alla nostra tradizione gastronomica di diffondersi nel mondo con maggior consapevolezza. 

L’Emilia-Romagna vanta una serie di tipicità conosciute dovunque grazie anche alla presenza di numerose DOP e IGP che riconoscono a molti nostri prodotti una qualità e una unicità che li rendono incomparabili, così eccezionali da poter essere considerati una rarità inimitabile.

Saranno due i principali eventi di quest'anno, uno è “Centomani di questa Terra”, si svolgerà a Polesine Zibello e permetterà a tanti giovani provenienti da vari istituti alberghieri di formarsi, di fare esperienza mentre i professionisti del settore che già possiedono le giuste competenze, si aggiorneranno sulle novità e oltre a queste due possibilità i Soci dell’Associazione potranno esporre i loro prodotti, offrendo degustazioni, il tutto accompagnato da una serie di discussioni alle quali prenderanno parte ospiti regionali e nazionali che con le loro riflessioni permetteranno di affrontare varie tematiche in ambito gastronomico.

CheftoChef Emilia Romagna Cuochi

Foto: componenti dell'Associazione 
© Pagina Fb CheftoChef Emilia Romagna Cuochi

Rimini, invece con lo spettacolo “Al Mèni”, diventa il luogo dove i migliori Chef della regione incontreranno giovani cuochi internazionali e con la possibilità di assistere a show cooking, di visitare il mercato dei prodotti dei contadini e di assaggiare lo street food gourmet, altamente prelibato e non il semplice e banale panino.

Ma gli eventi collaterali che si affiancheranno a questi due sono numerosi, sparsi nelle varie città denominate “Città della gastronomia CheftoChef”, tutte attività decise dalle singole realtà in cui si trovano ma sempre con una vocazione regionale come la “Festamercato dell’Anolino e delle paste ripiene” in programma a Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza nelle giornate del 10 e 11 marzo. 

Un’altra iniziativa interessante vedrà coinvolta la città di Ravenna dove si sta sperimentando un’ipotesi di imprenditoria locale incentrata sulla riconosciuta leadership di alcuni Chef questo sia per aggiornare e formare sempre più addetti alla ristorazione sia per incentivare il turismo di chi viene a visitare questa città.

CheftoChef ha già avviato un gemellaggio con la Costa Brava e visti i buoni risultati, quest’anno proverà a fare nuovi progetti con Dublino, Tel Aviv e Repubblica Ceca così da poter espandersi sempre di più e stringere collaborazioni che porteranno nuove conoscenze in ambito gastronomico, un arricchimento reciproco e di sicuro proficuo.

Valentina Trebbi 

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×