Condominio senza barriere

Eccellenze
Tipografia

Nella Giornata Internazionale sulla Disabilità vi parliamo di questa realtà chiamata “Condominio Bovi”.

Un “fiore all’occhiello” della nostra Bologna è il condomino partecipato sito in Bovi Campeggi. Una realtà poco conosciuta, ma che esiste dal 2000. Si tratta di un condominio orizzontale nato con i contributi di Enti e Associazioni del territorio. La realizzazione del progetto oltre ad offrire una valida ed economica alternativa all’istituzionalizzazione è un’opportunità per la persona in difficoltà, di emanciparsi dalla famiglia.

La struttura si compone di otto appartamenti al piano terra assegnati ad inquilini con disabilità motoria completamente accessibili. Il giardino condominiale è reso accessibile alle carrozzine con l’istallazione a terra di una rete in plastica, i blocchi interrati rendono il terreno liscio privo di buchi; in carrozzina si può tranquillamente accedere al giardino.

Struttura Vista Alto

Foto: struttura vista dall'alto

Gli appartamenti sono dotati di strutture elettriche, come tapparelle motorizzate, porte larghe bagni attrezzati con doccia a filo pavimento maniglioni. Oltre agli arredi predisposti la persona ha adattato gli ambienti in funzione delle esigenze personali.

L’abbattimento di barriere è una delle tante cose che fa la differenza nella vita delle persone disabili. Chi vive nel condominio non ha vincoli, se desidera uscire di casa esce senza pensarci due volte come invece non accade per chi abita in un palazzo dove l’accessibilità non è valutata

In esperienze abitative come questa l’individuo ha l’occasione di essere protagonista di sé stesso e di abbattere barrire strutturali e strumentali.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×