Jane Austen, un mito senza tempo

Personaggi
Tipografia

Perché questa scrittrice piace ancora così tanto, emozionando chiunque la legga.

Jane Austen fu una scrittrice inglese nata nel 1775, una delle figure più importanti della letteratura britannica e mondiale e, nonostante siano passati alcuni secoli, resta ancora un personaggio amatissimo che con i suoi romanzi ha conquistato tutti. La sua è una scrittura facile, immediata, caratterizzata di dialoghi e discorsi diretti che rendono il suo stile comprensibile e mai noioso anzi a tratti è ironico e la lettura risulta molto scorrevole. Nessuna come lei ha saputo raccontare così bene le donne, l’universo femminile, i suoi desideri, era una donna forte che amava la libertà ma era anche romantica, fragile e viveva in un’epoca in cui le convenzioni erano qualcosa di radicato nella società, un modo di vivere che lei non riusciva a comprendere e accettare.

Forse proprio per questo, a 200 anni dalla sua morte, continua ancora a piacere perché noi donne ci immedesimiamo in lei e nelle eroine dei suoi romanzi; ha beffato la società facendo credere che fosse una zitella, una donna di casa frustrata ma non era assolutamente così anzi, aveva una vita piena e soddisfacente. Era audace, con un animo ribelle, estremamente riservata, aveva dei principi in cui credeva fermamente ed era un’acuta osservatrice, guardava il mondo intorno a lei con occhi curiosi, coglieva ogni dettaglio della gente che trasferiva nei suoi libri.

La Austen amava scrivere in una stanza che preparò nei minimi dettagli, da sola, non frequentava i salotti dell’epoca perché non le interessavano, era riuscita a crearsi un mondo tutto suo dove poteva essere sè stessa; quando vediamo dei suoi ritratti, è raffigurata con un’aria malinconica, un’espressione triste che sembra proiettata oltre, in un altro luogo, aveva mani sottili e la caratteristica di scrivere su fogli piccolissimi che all’occorrenza poteva nascondere. I suoi romanzi rispecchiano pienamente il suo modo di vivere, ha saputo interpretare l’animo femminile alla perfezione, questo perché aveva una sensibilità spiccata e perché conosceva le donne meglio di chiunque altro, capiva le loro paure, le loro sofferenze e il loro modo di amare.

FotoFilmRagione2

Foto: dal film "Ragione e sentimento" con Hugh Grant ed Emma Thompson

A volte si sentiva come il personaggio del suo ultimo romanzo “Persuasione”, Anne, una donna che visse al contrario cioè cauta e prudente in gioventù ma con il passare degli anni più romantica, più coinvolta dall’amore e si lascia andare senza temere di vivere le emozioni. Anche se Jane in realtà l’amore vero non l’ebbe mai conosciuto, lo sapeva descrivere alla perfezione, lo raccontava minuziosamente nei suoi libri, ogni romanzo è impregnato d’amore quasi da farla sembrare un’esperta, una che conosceva bene quel mondo e sono tutte queste sue caratteristiche a renderla speciale agli occhi femminili, entrava in empatia con le donne, le capiva ne metteva in luce i loro pregi e difetti, senza filtri.

Prendete in mano uno dei suoi libri e riscopritela perché merita davvero di essere letta e vedrete che l’apprezzerete ancora di più se la guardate con occhi diversi, come se fosse un’amica o, se preferite guardate uno dei tanti film tratti dai romanzi e vedrete che non l'abbandonerete più!

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×