Il riscatto della cucina italiana in America

Stili e tendenze
Tipografia

Sono soprattutto gli americani che apprezzano e hanno rivoluzionato il nostro cibo.

La cucina italo - americana è un genere che non era mai esistito, ma che si è sviluppato molto negli ultimi anni conoscendo un vero e proprio boom che l’ha portata ad essere sempre più apprezzata e imitata negli altri paesi perché ha saputo coniugare la tradizione italiana con la gastronomia americana. Si tratta di una tradizione gastronomica che benché molto particolare, merita di essere difesa e salvaguardata perché fa comunque parte della storia dell’emigrazione italiana che nel diciannovesimo secolo è stata particolarmente numerosa e ha causato in breve tempo la nascita di tanti quartieri popolati solo da italiani. 

Naturalmente questa gente ha portato con sé anche le proprie usanze alimentari e pian piano la cucina italiana è stata contaminata da quella statunitense fino ad amalgamarsi così bene da far nascere un nuovo modo di mangiare rispettando le tradizioni dell’Italia e degli USA. Quella che si è sviluppata negli Stati Uniti è una cucina dei ricordi, nata dallo spirito d’adattamento che hanno avuto i nostri compatrioti anche se reperire le materie prime tipiche della cucina italiana non era assolutamente facile e soprattutto non erano a buon mercato, un aspetto quest’ultimo che caratterizza ancora oggi i prodotti italiani venduti all’estero.

Allora vediamo insieme quali sono questi piatti così amati. Il più diffuso è gli spaghetti con “meatball” cioè con polpette e prendono spunto dalla tradizione tipica meridionale di servire la carne con la pasta in modo da creare un vero e proprio piatto unico. C’è poi il mitico piatto chiamato “fettuccine Alfredo” che prendono il nome da un cuoco che trasformò la sua bottega in un ristorante dove iniziò a proporre questa pasta caratterizzata solo da burro e Parmigiano, a volte poteva essere aggiunta anche la panna ma divenne in breve tempo uno dei piatti più famosi e apprezzati oltreoceano. 

Pizza Stile Americano

Foto: pizza con tanti ingredienti, stile americano

Molto conosciuto è anche il “chicken parmesan” ovvero il pollo alla pizzaiola composto da fettine di pollo impanate, fritte e poi cotte in un sugo di pomodoro; la ricetta può essere completata e arricchita da fette di mozzarella e da una buona dose di Parmigiano. Sempre a base di pollo è il “chicken Scarpariello” dal nome di una fabbrica italiana di scarpe i cui lavoratori a fine giornata non avevano molto tempo per cucinare e infatti anche se è un piatto ricco è molto semplice da preparare basta scottare pezzi di pollo in padella con l’aggiunta di salsiccia, peperoni, cipolle e patate. 

Pasta e “fazool” è la classica pasta e fagioli, amatissima dagli americani così come la pizza “american style” piena di mille ingredienti come salame piccante, olive, peperoni, cipolla, ovviamente pomodoro e formaggio fino alle versioni estreme che includono delle fettine di ananas. Infine un piatto tipico della tradizione gastronomica italiana e che ci riporta indietro agli anni ’80 sono le penne alla wodka, una vera e propria ricetta che risente delle contaminazioni tra le varie culture, composta da penne, cipolla, sugo, bacon, panna e naturalmente vodka e la cui origine molti attribuiscono a un ristorante di Bologna, altri a uno studente della Columbia University.

La cucina italiana è ormai così diffusa e copiata che non ci si stupisce più delle stranezze che ogni tanto si trovano in giro per il mondo perché ha influenzato e contaminato tantissime cucine, regalando quel gusto in più e quell’eccellenza che contraddistinguono la nostra storia culinaria e che però sono impossibili da imitare.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×