Falsi miti alimentari da sfatare

Salute
Tipografia

Perché esistono tanti luoghi comuni sull’alimentazione, difficili da sradicare.

L’alimentazione è una parte determinante della nostra vita, è essenziale alla nostra sopravvivenza ed è un fattore che può avere aspetti negativi e positivi, questo perché nel corso del tempo si sono create leggende, false credenze che hanno fatto diventare il cibo uno spauracchio a cui prestare attenzione quando invece è un potente alleato per la nostra salute. Garantisce un buon livello di difese immunitarie, fornisce energia, può prevenire alcune malattie, mantiene in salute pelle, capelli e unghie; tutti questi benefici però non bastano a far apparire il cibo qualcosa a cui affidarsi per stare bene, sono più spesso i lati negativi che emergono e che non ci fanno vivere un rapporto sereno con quello che mettiamo nel piatto.

Una volta si credeva che il latte fosse addirittura un rimedio contro l’avvelenamento ma non è assolutamente vero, non è in grado di aiutare qualora si ingerisca una sostanza tossica anzi può essere controproducente e aggravare la situazione e poi sembra che tutti siano diventati intolleranti al lattosio, impazzano i prodotti senza questo elemento ma molto spesso si tratta di problemi infondati. Il latte fa bene, è ricco di calcio, vitamine e non va eliminato dalla nostra dieta e anche se si fa fatica a digerire si possono provare i latti vegetali o quelli che non compromettono la digestione visto che adesso ce ne sono tanti in commercio.

Da sempre ci sentiamo dire che il pesce fa bene, è utile alla memoria grazie al suo alto contenuto di fosforo ma non ci sono prove evidenti di questa sua capacità anche perché gli alimenti che lo contengono sono tanti altri (carne, formaggi, tuorlo d’uovo…) e quindi non è una sua prerogativa e si può mangiare altro, però è indubbio che il pesce soprattutto quello azzurro, è ricco di proprietà benefiche per l’organismo e che quindi andrebbe consumato spesso. Inoltre studi scientifici hanno evidenziato che non esiste un reale collegamento tra fosforo e memoria, perciò non è sufficiente mangiarlo per avere buona memoria ma serve comunque una dieta equilibrata.

Foto Di Cesto Di Carote

Foto: cesto di carote

Una buona notizia per gli amanti del cioccolato, se è fondente è un toccasana per la salute, fornisce al corpo tanti antiossidanti capaci di contrastare l’invecchiamento cellulare ma ha altri benefici come per esempio il fatto che diminuisce la pressione arteriosa e riduce il colesterolo, migliora il rendimento fisico e l’umore, contribuisce a migliorare la concentrazione e protegge il sistema cardiocircolatorio. Certo, va mangiato con moderazione e nelle giuste quantità ma un paio di quadratini al giorno possono far cambiare completamente la giornata!

Il betacarotene è indispensabile per la vista e si dice sempre di consumare a tale scopo, più mirtilli che ne sono ricchi ma anche in questo caso ricordiamoci che sì sono frutti portentosi e fonte di antiossidanti però ne esistono altri che svolgono lo stesso ruolo e non limitiamoci a consumare solo queste bacche ma albicocche, melone, carote o peperoni. Altre piccole bufale: il caffè non fa male al fegato se se ne assumono poche tazzine al giorno e mai prima di coricarsi così come il tè verde non è una bevanda miracolosa anzi, se ne beviamo troppo si rischia di andare incontro a insufficienza epatica.

Il cibo non è quindi un nemico e non dobbiamo fidarci troppo delle credenze popolari na solo di ciò che ci dice il nostro corpo, dobbiamo seguire le nostre voglie, assecondare i nostri bisogni e solo così si potrà avere il meglio da ogni singolo alimento.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×