“Susanna dagli occhi neri”, un fiore molto speciale

Ambiente
Tipografia

Si tratta di un fiore che si vede spesso, ma quasi nessuno sa il suo vero nome.

È davvero decorativo, colorato e vivace con un nome molto particolare ma è soprattutto facile da coltivare anche a casa nostra e ne vale davvero la pena, poco conosciuta con questo termine la “Susanna dagli occhi neri” è una specie botanica diffusa che fiorisce dalla primavera fino ai primi freddi autunnali. Pianta perenne dalla fioritura rigogliosa si presta a meraviglia per abbellire terrazzi e balconi, con foglie di un bel verde scuro e fiori dai mille colori, pieni, carichi, dalle tante sfumature e la particolarità è data dal fatto che le corolle di petali hanno una specie di “occhio” nero al centro (da qui il nome altisonante).

Ci sono varie tipologie che abbracciano tutta una vasta gamma di colori dal giallo intenso all’arancio e poi rosso, rosa tante tonalità che portano allegria e vivacizzano l’ambiente, che decorano e regalano un tocco speciale alla casa e, come vi dicevo, sono semplici da coltivare, non serve essere degli esperti del verde. Si può acquistare già pronta oppure potete decidere di seminarla voi in vaso e quest’operazione va effettuata all’inizio della primavera scegliendo un terriccio adatto a drenare bene il terreno poiché si tratta di un fiore che non ama i ristagni d’acqua e l’umidità.

Andrebbe posizionata al sole ma attenzione al caldo eccessivo, durante l’estate meglio spostare i vasi in zone coperte parzialmente all’ombra mentre sappiate che resiste al clima autunnale e in parte anche a quello invernale però se le temperature scendono e il freddo diventa intenso o piove parecchio la pianta potrebbe mostrare segni di sofferenza e risentirne un po’. Bisogna annaffiarla spesso e regolarmente e quando si decide di seminare è necessario farlo in modo assiduo e abbondante senza far formare ristagni d’acqua per questo il terreno va drenato con della ghiaia posizionata alla base dei vasi, naturalmente le annaffiature vanno aumentate durante la stagione estiva se il clima è particolarmente secco mentre in primavera si deve aggiungere del concime all’acqua.

Foto Susanna Arancio2

Foto: Susanna dagli occhi neri

Parlavamo dell’importanza del terriccio che va scelto di buona qualità, morbido, non stagnante appunto perché vi dicevo che è una pianta che non vuole i ristagni e l’umidità, la vera nemica di questa specie e, se non vi reputate in grado di scegliere affidatevi a uno dei tanti garden center dove troverete qualcuno che vi potrà consigliare. Come tutte le piante anche la “Susanna dagli occhi neri” subisce l’attacco di parassiti e insetti infestanti e anche se non è un fiore particolarmente delicato può capitare che si ammali; afidi e acari sono i due principali responsabili dei danni alla pianta.

Per questo sottolineavo l’importanza di evitare eccessiva umidità perché questi insetti proliferano nei ristagni d’acqua ma se i parassiti invece si trovano sulle foglie sarà meglio eliminarli manualmente con un panno, spruzzando la foglia con acqua o con acqua e aggiunta di sapone di Marsiglia o aglio polverizzato. Non dubitate delle vostre abilità nel giardinaggio ma provate a far crescere questi fiori, chiedete suggerimenti a chi è più esperto e vedrete che anche voi riuscirete a ottenere ottimi risultati e avrete presto un balcone colorato e rigoglioso, che profuma di sole.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×