Una scia che inquina

Ambiente
Tipografia

"Volare… nel blu dipinto di blu, felice di stare lassù."

Perché chi viaggia in aereo è proprio felice: arriva a destinazione in poco tempo, non ha valigie in mezzo ai piedi e non deve litigare con il passeggero che si è seduto al suo posto. Infatti negli ultimi anni la voglia di volare è proprio decollata e ad incrementare questa voglia è il crescente successo dei voli low cost che hanno permesso di rendere il viaggio in aereo, un tempo un’opportunità per pochi eletti, alla portata di tutti. Purtroppo tutti questi agi e libertà contrastano con degli effetti che non sono del tutto positivi.

Primo tra tutti è l’inquinamento: il traffico nei cieli produce un inquinamento che è in netto aumento negli ultimi anni in quanto il carburante usato per gli aerei, il cherosene, è altamente inquinante e la scia che questi rilasciano è la fonte di emissione di gas serra che risulta oggi tra le minacce più gravi per il nostro ambiente. Un altro effetto negativo del mezzo aereo è l’inquinamento acustico, spesso sottovalutato e questo lo sa bene, anzi lo sente bene, chi purtroppo abita vicino a un aeroporto e la sua casa è di continuo sorvolata da aerei che interferiscono con la qualità di vita dei cittadini. Se altri settori economici sono costretti a un notevole taglio di emissioni, il comparto aereo sembra invece goder di particolari privilegi.

Foto Di Aereo Che Rilascia Le Scie

Foto: boeing che rilascia le scie chimiche

Infatti se la benzina è pesantemente tassata, il carburante per aerei risulta essere esentasse in tutto il mondo e le compagnie aeree sarebbero costrette ad aumentare il costo del biglietto se il cherosene sarebbe posto sotto tassazione. Ovviamente sarebbe impensabile andare contro l’evoluzione degli stili di vita che col passare del tempo richiedono maggiore mobilità e sarebbe ingiusto privare i cittadini del piacere di un trasferimento comodo, veloce e a buon mercato, anche perché il traffico aereo non è composto solo da aerei turistici, ma anche da aerei militari e da aerei di servizio postale.

Si potrebbe fare più attenzione in determinate circostanze, che talvolta risultano particolarmente estranee con il problema aereo: ad esempio quando si acquistano prodotti provenienti da paesi lontani, bisogna essere consapevoli che quella merce è stata caricata su un aereo che ha volato nei nostri cieli, inquinandoli e quindi sarebbe opportuno scegliere prodotti locali, che oltre ad essere più genuini, sono molto meno inquinanti visto il loro viaggio breve.

Se l’attenzione alla scelta dei prodotti fosse un comportamento diffuso, ci sarebbe un notevole beneficio per l’ambiente anche se dovrebbe essere supportato da altri sforzi concreti per ridurre l’inquinamento. In attesa di ciò sarebbe giusto avere la consapevolezza di quanto inquinano i nostri viaggi e se possibile rimanere un po’ più spesso con i piedi per terra.

Valentina Ametta

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×