Bottega Portici, tortellini take away sotto le Due Torri

Imprese
Tipografia

Dopo un rodaggio di un paio di settimane, inaugura domani con una festa il fast food 100% made in Bologna.

Un fast food sotto le Due Torri che offre bolognesissimi tortellini in brodo take away invece di pizzette e panini. Ha aperto già da un paio di settimane ma inaugurerà domani 8 aprile alle 18 Bottega Portici in Piazza Ravegnana con una grande festa popolare condotta dal comico Vito. Il Gruppo Imperial, dopo aver riqualificato Palazzo Maccaferri in via Indipendenza con un hotel a 4 stelle, ora punta su Palazzo Melchiorre Bega nel cuore di Bologna per farne il quartier generale di questo progetto che ruota attorno al cibo. 

«Siamo passati dal fast fashion al fast food» dice Adriano Aere, Presidente del gruppo che produce abbigliamento dal 1978 (tra i marchi più noti Imperial Town) «noi per esperienza produciamo prima di vendere, una sfida». L’idea è quella di riproporre in grande la formula già inaugurata tre anni fa in dimensioni più ridotte in via Indipendenza 69, di fianco all’hotel: una vetrina e la possibilità di mangiarsi una porzione di pasta fresca al volo, fatta a mano e a prezzi contenuti. Con una solida esperienza nel campo del cibo (il ristorante de I Portici è l’unico con stella Michelin di Bologna), il gruppo ora scommette su una location d’effetto da 200 posti, con dehor e terrazza vista torri, dove sfogline e cuochi cucinano in vetrina sotto gli occhi di turisti, studenti e bolognesi che ogni giorno passano dal quel crocevia strategico per la vita cittadina.

La Sfoglina Di Bottega Portici

Foto: sfoglina che fa le tagliatelle

«Al momento i dati che abbiamo sono molto incoraggianti, sono passate da noi almeno 1500 persone» spiega Riccardo Bacchi Reggiani general manager della Bottega Portici «ora vorremmo riproporre questo concept di street food altrove per promuovere il lato più autentico di Bologna». «Noi magari su questo siamo un po’ arroganti ma puntiamo solo su quello che per noi è un’eccellenza del territorio: abbiamo la pasticceria di Gino Fabbri, il caffè di Terzi, i salumi e i formaggi di Roberto Guermandi e la cioccolata di Majani» specifica Bacchi Reggiani «possiamo contenere i prezzi perché abbiamo abbattuto costi come i lavapiatti e i camerieri, visto che abbiamo packaging usa e getta e ognuno si serve da sé». 

Lo spazio di Piazza Ravegnana sarà inoltre la sede dell’Academy, una scuola di cucina e ospiterà una volta al mese a partire dal 24 aprile uno chef per valorizzare la pasta fresca italiana: si parte con lo stellato di famiglia Agostino Iacobucci per proseguire fino al 20 novembre con nomi quali Aurora Mazzuchelli, Mauro Uliassi e Max Poggi. Inoltre il 20 aprile arriverà in vetrina direttamente da Masterchef il vincitore Valerio Braschi.
Info su eventi e orari di apertura: www.bottegaportici.it

Giorgia Olivieri

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×