La Musica di Alice, il rock e il punk come non li avete mai sentiti

Tempo libero
Tipografia

 La dodicesima edizione della rassegna di lettura ”Fili di Parole” organizzata dalle biblioteche dei Comuni dell’Unione Terre d’acqua.

Per la dodicesima edizione della rassegna di lettura ”Fili di Parole”, che si terrà dal 7 Aprile al 5  Giugno prossimi presso Anzola dell’Emilia, giornalisti, scrittori, musicisti ed esperti musicali raccontano la storia e l’ambiente musicale dei testi delle canzoni rock (e non solo) anni '60-'80.
Apre la rassegna il critico musicale e saggista Pierfrancesco Pacoda, collaboratore di importanti testate nazionali, con due lezioni dedicate al pacifismo in John Lennon e al tema del muro, del limite e del confine a partire da “The Wall” dei Pink Floyd.
 
A seguire, due serate coordinate dalla Dj radiofonica di Radio Fujiko De Lauris, che è stata anche la batterista dei Raf Punk e ha vissuto l’ambiente underground bolognese degli anni 60-80. Durante le serate si alterneranno ospiti interessanti con i quali il pubblico potrà confrontarsi in uno stimolante dibattito, ospiti come Emanuele Angiuli, regista, Helena Velena, nota esponente del mondo punk, i Dj di Radio Città del Capo Vanes Poluzzi e Simone Colantonio, Franco Cariota dei Judas.

La rassegna, come già avvenuto l’anno passato, prevede un appuntamento dedicato ai più piccoli: una caccia al tesoro filosofica in Biblioteca. “Alice nel Paese delle Meraviglie” di Carroll è probabilmente l’opera letteraria che ha più influenzato la musica popolare anglosassone, il rock in particolare; grandi e piccoli nomi dello star system musicale che, dagli anni Sessanta ad oggi, si sono cimentati con questo intrigante classico della letteratura britannica.
Già John Lennon, grande lettore di Carroll, si lasciò influenzare in maniera decisiva nelle sue opere nonsense in territorio letterario.

Nei Sixties si rifanno a Carroll anche menestrelli come Donovan con la sua “The Trip” del’66 ed icone della psichedelia quali i Jefferson Airplane.
Ricordiamo soprattutto Syd Barret, il “cappellaio matto” innamorato dei libri di Carroll e Kenneth Grame, che nel ’67 diede origine ai Pink Floyd.

PROGRAMMA:

Musica, stili di vita, società
Come le canzoni hanno interpretato (e anticipato) le trasformazioni sociali


Venerdì 7 aprile ore 20:30

sala polivalente della biblioteca
Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia

John Lennon, la via del pop verso la pace
Lezione rock (e non solo) con Pierfrancesco Pacoda


Venerdì 21 aprile ore 20:30

sala polivalente della biblioteca
Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia

Pink Floyd/The Wall. Il rock che abbatte i muri
Lezione rock (e non solo) con Pierfrancesco Pacoda

Pierfrancesco Pacoda, critico musicale, saggista, scrive di stili di vita e culture giovanili su «il manifesto», «L'Espresso», «il Resto del Carlino» e altri giornali. È caporedattore di «Hot. Contemporary Magazine». Ha scritto, tra gli altri libri, Hip hop Italiano (Einaudi) e Potere alla Parola e Sulle rotte del Rave (Feltrinelli). Insieme a Claudio Coccoluto ha scritto Io, dj (Einaudi).


Giovedì 11 maggio ore 20:30

sala polivalente della biblioteca
Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia

La scena bolognese underground degli anni sessanta:
Coordina De Lauris, conduttrice radiofonica di Radio Città Fujiko
Presentazione del libro Swingin’ Bulaggna (I libri di Emil).  Saranno presenti gli autori Vanes Poluzzi e Simone Colantonio (condicono insieme il programma di retrospezione cultural-musicale sulla storia del rock "Boomerang!!! di Radio Città del Capo).

Bologna e gli artisti bolognesi fra musica, teatro e cinema, durante gli anni Sessanta.
Come eravamo, o forse (e meglio), chi eravamo. Questo è quanto propongono Vanes Poluzzi e Simone Colantonio nel loro Swingin'Bulaggna, vero percorso nei meandri di un decennio ricco di fermenti artistici dentro e fuori le mura del capoluogo bolognese. 
Sarà presente Franco Carotta dei Judas


Giovedì 25 maggio ore 20:30

sala polivalente della biblioteca
Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia

Bo Punx, 40 anni prima, 40 anni avanti.
Il punk a Bologna dagli anni settanta in poi.
Ore 20.30 Proiezione del documentario "Tutto in una notte" di Emanuele Angiuli
dopo il film: una chiacchierata con il regista del film, alcuni protagonisti di allora e di adesso e il pubblico presente.Un documentario che descrive gli Skiantos, gruppo punk rock nato per caso in una caotica notte del '77. Lo sfondo di quest'avventura è la Bologna di fine anni '70, sede di cambiamenti, fermenti creativi, attivismo.

Coordina De Lauris conduttrice radiofonica di Radio Città Fujiko e co-fondatrice dei RAF PUNK
Visione di alcuni frammenti di PunK.@.BO - l'aspetto Punk d'Italia Da un’idea di Fabrizio Fantini e Luciano Attinà.
Sarà presente Helena Velena, cantante, produttrice discografica e scrittrice.
Ci sarà un piccolo rinfresco per tutti i presenti in collaborazione con il Centro Famiglie

Un nome storico per il punk, Laure de Lauris, batterista dei RAF PUNK, uno dei primi gruppi punkitaliani, e, il primo ad incidere un 7″(insieme agli ANNA FALKSS, BACTERIA e STALAG 17[1981]) sull’ etichetta da lei fondata, l’ ATTACK PUNK RECORDS. Batterista del gruppo Raf Punk dal 1978, in seguito cofondatrice dell’etichetta discografica autoprodotta, Attack Punk Records che lancia i CCCP con il loro primo singolo, Ortodossia. Il progetto non è l’unico, contemporaneamente continua l’attività che investe il settore dell’autogestione a tutto tondo con altre etichette discografiche parallele e organizzazione di concerti e manifestazioni di protesta. Successivamente prende parte al gruppo di cabaret, Le Nuove Justine con il quale realizza cortometraggi. Attualmente è conduttrice radiofonica presso Radio Città Fujiko.

Emanuele Angiuli fonda con Renato De Maria e Walter Mameli all’inizio degli anni ’80 il gruppo di ricerca videosperimentale Grabinsky. Dagli anni '90 lavora come regista/programmista in RAI a autore di documentari e inchieste per vari programmi di RAI EDUCATIONAL, RAI1 e RAI3.


Lunedì 5 giugno ore 17:00

Biblioteca
Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia

Straordinaria Caccia al tesoro. Nonsense e rock and roll. Alice nel paese delle meraviglie con i bibliotecari e l'ass. Machemalippo Avventura, premi, divertimento.
Per n. 20 bambini dell'età dai 9 agli 11 anni

Per maggiori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Riccardo Brown Bruni

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×