Baseball dimostrativo per futuri giocatori

Sport
Tipografia

Il 22 ottobre scorso si è giocato un incontro per far provare questa disciplina sportiva a ragazzi non vedenti.

A Pesaro, due atleti del Bologna Cvinta White Sox (Yamane e D’Angelillo), anche con il contributo di altri atleti provenienti dalle squadre di Staranzano, Roma, Terni, Brescia e Firenze, hanno partecipato all’evento promo per dimostrare come si gioca e far partecipare dei ragazzi con problemi visivi della città dei duchi. 

Dopo un primo momento di spiegazioni da parte del dirigente Malaguti su cosa è il Baseball AIBXC, si è disputata una mini partita dove il punteggio (4-3), non era rilevante. Di rilevante c’è stato il pubblico, i ragazzi dell’UICI, che hanno organizzato l’evento e i ragazzi desiderosi di provare, che dopo la partita hanno provato le varie fasi di gioco, dall’attacco cosa che ritenevano difficile, visto il correre bendati, da soli e senza aiuti di sorta, se non l’aiuto sonoro, la battuta, ma anche la difesa con le palline sonanti. Anche il tempo è stato dalla parte dell’AIBXC.

Squadre Partecipanti AllEvento Di Pesaro

Foto: i giocatori delle compagini presenti all'incontro di Pesaro 

A condire il tutto è pervenuto a far visita anche l’assessore che ha concluso la giornata evento. A conclusione condivido con voi una lettera che mi ha inviato una mamma che spiega perfettamente cosa è il Baseball, ma anche molto di più.

Cari genitori, attenti al Baseball come sport per i vostri figli, perché:

1. si rischia l'aggregazione totale, da valutare seriamente, perché ad oggi quasi del tutto scomparsa;

2. si impara ad avere pazienza, molta pazienza, dote pericolosissima in un mondo dove ci si arrabbia prima se le cose vanno male;

3. si imparano le regole di un gioco diverso da quelli comuni, l’apertura mentale, purtroppo l'italiano ahimè, conosce solo le regole di pochi sport;

4. per seguire una partita si rischiano almeno 3 ore all'aria aperta, ci farà male?

5. si impara il rispetto per l'avversario, nessuno è un nemico di nessuno e dopo la partita si rischia anche di mangiare tutti insieme;

6. si impara la complicità fra compagni, dove ogni sguardo, ogni lancio, presa, tiro, è importante per tutta la squadra, in un mondo dove domina l’egocentrismo, la complicità ci può far sentire diversi;

7. i genitori fuori dal campo si fidano del loro coach e non discutono le decisioni e soprattutto non litigano con i genitori dell'altra squadra, ma applaudono tutti, imparare altruismo e rispetto sono ritenute doti pericolosissime;

8. si impara che il gioco di squadra è l'unica vera vittoria, anche durante una sconfitta, dove ci sarà sempre tutta la squadra che ci incoraggerà al ritorno in dugout, l'amicizia è un grande sentimento, che si perde nell'individualismo;

9. se mandi tuo figlio a giocare a Baseball rischi di dargli grandi valori e grandi opportunità, per essere un uomo o donna migliore, pensaci bene!

Cosa dire di più di questo sport, Grazie a tutti i partecipanti a questi eventi.

Valter D’Angelillo

Si ringraziano per le foto: Nicola Vagnini, Federico Sutera e Jacopo Marcolini.

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×