Bologna Baseball: che succede?

Foto di Renato Ferrini

Sport
Tipografia

Il Baseball nella nostra città, vi racconto una partita veramente entusiasmante con la riscossa della Fortitudo.

Il 18 agosto scorso sono iniziate le semifinali del campionato IBL di Baseball, dove si affronteranno le compagini della Unipol-Sai Bologna Fortitudo 1953 opposta alla compagine di A.S.D. Rimini Baseball Club Pirates. È diventato un classico negli ultimi tre anni, queste due squadre si sono affrontate in finale, poi nelle semifinali. Questa partita è stata una sorta di rivincita da parte del Rimini, che è stata sconfitta nell’anno passato proprio dal Bologna, dopo una finale combattuta e sofferta.

Piccolo siparietto, all’inizio dell’incontro, Valter D’Angelillo, un giocatore del Bologna Cvinta White Sox, squadra partecipante al campionato di Baseball AIBXC, Associazione Italiana Baseball per ciechi, con gli accompagnatori Lauro Lanzarini, i dirigenti Stefano Malaguti, Alberto Mazzanti, è stato invitato a fare il 1° lancio di apertura verso il ricevitore (Catcher) della Fortitudo Marco Sabbatani, in quanto tra la squadra del Bologna e la squadra delle calzette bianche esiste una collaborazione.

All’evento è stato presente anche l’addetto stampa Daniele Mattioli, che ha permesso e messo in essere questa bellissima manifestazione. Non poteva mancare l’affetto del numeroso pubblico da cornice che ha incitato il giocatore come se fosse parte integrante della squadra, alla fine il Catcher Sabbatani firma la palla come tradizione, si salutano come del resto fa tutta la squadra ed inizia la semifinale. Ma ora passiamo alla gara.


Gara1 

Al termine delle prime due match, il Rimini si trova sul 2 a 0 nei confronti della Fortitudo Bologna. Nella prima partita Bologna ha subito un calo di concentrazione all’VIII inning, con errori che poi hanno portato alla sconfitta. In breve dopo un I inning dove le squadre si sono controllate, non succede nulla di rilevante. Nel II inning inizia lo show di Rivero, il lanciatore (Pitcher) venezuelano del Bologna che arriva a soli 4 out da una storica No Hitter, cioè gara completa senza subire battute valide e con Marval due valide, che unitamente a Sanducci, Vaglio dominano in lungo e in largo piazzano 4 punti tra il II e il IV inning, portando la Fortitudo sul 4 a 0.

Attacco molto sterile del Rimini, che sembra non impensierire i felsinei. Fin qui sembra che non ci sia storia, anche perché il Rimini non impensierisce mai la difesa attenta del Bologna. All’ottavo inning le prime avvisaglie, con degli errori che portano il Rimini sul 4 a 1. Ma al nono inning succede di tutto, con un eliminato, a due eliminati dalla vittoria, ed una valida del Rimini che porta il risultato sul 4 a 2, il coach del Bologna sostituisce l’ormai stanco Rivero, sostituendolo con Crepaldi. Ma li il Rimini piazza la rimonta e si porta sul 4 a 4. Nota di merito a Crepaldi che fa battere in doppio gioco l’avversario riminese, evitando l guai. Nell’attacco successivo del Bologna il nuovo lanciatore del Rimini lascia a 0 l’attacco e si va all’extra inning.

Campo Da Baseball Johnny Falchi

Foto: campo da Baseball Gianni Falchi a Bologna

Al 10 inning il Rimini esegue il sorpasso ora la strada spianata ce l’ha il Rimini che ribalta completamente la partita e passa in vantaggio. Infatti il battitore del Rimini apre il primo supplementare con un singolo al centro e raggiunge la seconda sul bunt di sacrificio del secondo battitore. Crepaldi obbliga quindi tutte le basi concedendo l’intenzionale al terzo battitore, che però si dimostra batte un doppio al centro che porta il risultato sul 6-4, e si porta sul 6 a 4, rendendo vano il punto in attacco del Bologna. Chiudendo la partita sul 6 a 5 per i Riminesi

Gara 2

Dopo la vittoria ottenuta al decimo inning in gara uno, il Rimini bissa ed espugna di nuovo lo stadio Falchi con il punteggio di 8-5. Ora la formazione riminese conduce 2 gare a 0 ed è distante solo una vittoria per il sesto anno di fila alle Italian Baseball Series. Come la partita precedente, la Fortitudo Unipol-Sai ha iniziato con lo spirito giusto il match, regalando subito emozioni, dopo aver subito da parte del Rimini punti andando sullo 0 a 2, l’attacco ribalta il risultato portandosi prima sul 3 a 2.

Al secondo inning la Fortitudo aumenta il vantaggio, dopo la valida di Nosti, Flores e Narvala, Sambucci colpisce con una volata di sacrificio e porta il risultato sul 4 a 2 per la Fortitudo. Al terzo inning il Rimini accorcia le distanze grazie ad un singolo del sul battitore, per poi completare la rimonta al quarto inning. Cambio sul monte di lancio, che comunque non riesce a raccogliere i risultati sperati ed incassa altri 2 punti.

Il Rimini allunga decisamente. La squadra della Fortitudo subisce il contraccolpo e non crea difficoltà alla compagine riminese, che al sesto inning si porta sul 6 a 4, per allungare sul 7 a 4 e finire sull’8 a 4. Al cambio di campo i felsinei non trovano valide per ribaltare il risultato anche con la prima e la seconda base occupate da Marval e Sanducci all’ottavo inning Teran chiamato in causa, che incassa la volata di sacrificio di Nosti portando a 5 il proprio punteggio. Il nono inning senza note di merito, con 3 out veloci chiudono la competizione.

Per la cronaca bisogna dire che martedi 22 e mercoledi 23 la squadra della Fortitudo 1953 Unipol-Sai Bologna ha espugnato il campo dei Pirates di Rimini portandosi al pareggio; la partita decisiva si effettuerà il giorno 26 sabato alle 20:30 al campo Gianni Falchi di Bologna, accorrete numerosi, serve il vostro aiuto.

Valter D’Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×