Atalanta – Bologna: 3 – 2. Peccato!

© www.ansa.it

Sport
Tipografia

Partenza orribile dei rossoblù sotto 2-0 pareggiano, ma subiscono il terzo gol al 75’.

Un Bologna molto rimaneggiato per via degli infortuni ripresenta dal primo minuto Mattia Destro, affiancato da Di Francesco e Krejci. In difesa a quattro rientrano Masina e Mbaye (al posto dell'influenzato Torosodis) mentre a centrocampo Viviani sostituisce lo squalificato Pulgar affiancato da Taider e Dzemaili. In porta Da Costa al posto dell'infortunato Mirante. Arbitra Carmine Russo di Nola.

Pronti, via: gol. Per spiegare subito come stanno le cose l'Atalanta va in gol al 3' minuto, su assist del "Papu" Gomez, il difensore Conti, in fuorigioco non rilevato dalla terna arbitrale, segna scendendo sulla destra. Non impeccabile Da Costa che, anche se il rasoterra è da pochi metri, subisce il tunnel.
Al 10 Spinazzola per un pelo non riesce ad intervenire su un traversone dalla destra.

Il Bologna non costruisce ed è in piena confusione tattica. I bergamaschi entrano nell’area di rigore rossoblu come un coltello caldo nel burro. Ne abbiamo la palese conseguenza al 14’ con Freuler che segna il 2 a 0 su traversone di Petagna.
Al 15’ su tiro rimpallato di Di Francesco interviene Destro – finalmente come deve fare un vero centravanti - e devia in spaccata nell'angolo alla sinistra del portiere nerazzurro Berisha la palla del 2-1. Al 21’ esce Kessie infortunato per Cristante. Al 41’ su punizione da fuori area Gomez manda uno spiovente dove Caldara interviene di testa e sfiora il palo alla destra di Da Costa. Nessun cambio all'intervallo.

Foto Esultanza Giocatori Della Atalanta

Foto: giocatori dell'Atalanta esultano dopo un gol (© www.ansa.it)

L'Atalanta riparte forte con pieno possesso del campo e pressa. Al 62’ il Bologna pareggia con Federico Di Francesco che su un recupero di Krejci che mette una palla in mezzo all'area avversaria dove Destro e Dzemaili duettano, poi quest'ultimo la passa a Di Francesco che si gira e fulmina Berisha sul palo di destra. A questo punto Gasperini, allenatore della Dea, cambia il modulo infittendo il centrocampo ed al 71’ esce Petagna per Grassi. Al 73’ Mbaye autore di una buona partita esce per KrafthAl 75’ gol di Caldara su una disattenzione di Gastaldello come spesso su calcio da fermo. Gomez batte il cross spizza di testa Cristante che sovrasta Krafth e mette in mezzo dove Caldara di punta ribatte iin rete il gol della vittoria atalantina. 

Donadoni fa entrare al 77’ Okonkwo per Krejci e con il cambio all’83’ di Viviani per Petkovic il Bologna si schiera con quattro punte per quelle che saranno le due ultime azioni degne di nota all’88’ un bel tiro di Di Francesco che Berisha respinge a due mani in area ed al 90’ Destro per un nulla non riesce a trasformare in gol un bel passaggio di Di Francesco.

Molti i rimpianti per una gara rovinata da una partenza sconclusionata di un Bologna che ha regalato i primi 15 minuti sui quali l’Atalanta ha costruito la base per la vittoria. Poi i rossoblù risistemati in campo hanno offerto una gara anche gagliarda ed avrebbero meritato il pareggio. I bergamaschi consolidano la loro corsa alla qualificazione per l’Europa League e sono quarti in classifica con 28 punti più del Bologna

Domenica alle 15 aspettiamo l’Udinese al Dall’Ara, se giochiamo con questa convinzione possiamo essere fiduciosi in un risultato positivo.

Gian Paolo Cavina

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×