Tre secoli di Bologna in mostra al sottopasso di via Rizzoli

Cultura
Tipografia

Fino al 30 settembre la città attraverso 600 fotografie inedite e preziose catturate a partire dall’Ottocento.

Cosa hanno visto gli occhi dei fotografi in tre secoli di sguardi. Ce lo racconta “Bologna fotografata”, la mostra promossa dalla Cineteca di Bologna a cura di Gian Luca Farinelli in collaborazione con Rosaria Gioia e Antonio Bigini, allestita nel sottopasso di via Rizzoli fino al 30 settembre. Dopo “Lumière! L’invenzione del cinematografo”, il lungo percorso che collega la Sala Borsa con quello che sarà il cinema Modernissimo ospita un omaggio a Bologna e a chi con amore e devozione ne ha catturato storie, attimi più o meno fugaci, testimonianze perdute, panoramiche insolite e momenti cruciali in oltre 600 scatti che avessero la città per protagonista.

«Questa mostra ci dice quanto è importante e preziosa sia la fotografiache forse dobbiamo considerare meno ovvia di quello che pensiamo adesso che ce l’abbiamo in tasca» sottolinea il direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli«ma non meno importanti sono gli archivi di cui fortunatamente disponiamo conservati con grande cura, tra l’altro.»«La Bologna che vedremo non è la Bologna com’era ma come qualcuno ha voluto che la vedessero i contemporanei e noi posteri» scrive Michele Smargiassi a cui si devono i testi che accompagnano la mostra evidenziando l’importanza del fotografo e della sua sensibilità nell’illustrare un intero secolo, il Novecento, per ovvie ragioni l’unico rappresentato interamente nei suoi drammi e nelle sue bellezze.

La mostra parte nella seconda metà dell’Ottocento in una Bologna che passa dallo Stato Pontificio al sindaco Zanardi, si attraversano le due guerre, si vive la rinascita e la tragedia del 2 agosto 1980 fino ad arrivare a sprazzi del nuovo millennio quando l’avvento della macchina digitale genera una tale mole di materiale che meriterebbe una mostra a parte e che qui invece viene selezionato nei suoi punti salienti tra cui il funerale di Lucio Dalla e gli scatti che ritraggono i nuovi bolognesi.

Cinema Ritrovato Locandina

Locandina della 31esima edizione de "Il Cinema Ritrovato"

Visitando la mostra si ha quindi l’occasione di vedere Piazza Maggiore quando ancora era la piazza del mercato, gli spettacoli diurni che si tenevano in un’Arena del Sole scoperta, il grano coltivato in via Zamboni, le bellissime bolognesi immortalate da Antonio Masotti o le storie fotografate dallo sconosciuto ai più Marco Caroli ma spazio anche gli scatti d’autore di Nino Migliori o Luigi Ghirri.

Una menzione a parte merita la parete dedicata alle foto degli “scattini”: quei paparazzi ante litteram che con le loro macchine stazionavano per le vie cittadine pronti a ritrarre bolognesi più o meno illustri durante la loro passeggiata. Ci sono anche i divi approdati a Bologna tra cui spicca Alfred Hitchcock o Sophia Loren, quelli che hanno reso grande la città come i vari Dalla, Guccini o Morandi, c’è tutto lo sport bolognese tra Bologna, Virtus e Fortitudo e non manca l’arte e il teatro con ritratti di Andrea Pazienza oppure Dario Fo e Carmelo Bene. Il 1977 è visto dai fotografi Daniela Facchinato e Enrico Scuro mentre nel 2 agosto ci si immerge in una sala che offre un’esperienza immersiva accompagnata dalle radio dei tassisti usate dai soccorritori.

Il presente sarà interpretato anche dallo sguardo di alcuni fotografi contemporanei selezionati da Spazio Labò: la prima sarà Valentina D’Accardi con “Fiume”, un’opera che prende le mosse da una storia personale dell’artista. «Spero che i bolognesi facciano propria questa mostra» auspica il direttore della Cineteca Farinelli «sarebbe bello se la vivessero come un gioco in cui sono loro che ci raccontano quello che non sappiamo ancora».

La mostra è ricchissima e si potrebbe visitare in un’ora ma mettetene in conto almeno tre per un imperdibile viaggio nel tempo.

Giorgia Olivieri

Per maggiori informazioni:

Costi: biglietti 4-6 euro.

Info e orari: https://festival.ilcinemaritrovato.it/evento/bologna-fotografata

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×