Ladri di biciclette accessibile ai non vedenti

© www.manifestidicinema.com

Cinema
Tipografia

Il 29 giugno in Piazza Maggiore audiodescrizione a cura di BigBang - Universo Accessibile.

In un film ci sono dei non detti, degli sguardi e dei movimenti impossibili da cogliere per chi non vede. C’è una Cooperativa Sociale a Bologna che da anni vuole colmare questa lacuna fornendo ai disabili visivi un'audiodescrizione per porre rimedio là dove il suono delle parole non basta. Il festival Il Cinema Ritrovato venerdì 29 giugno porta sullo schermo allestito in Piazza Maggiore, a settant'anni dalla sua uscita, la versione restaurata di “Ladri di biciclette” per la prima volta per una proiezione accessibile anche ai non vedenti.

Grazie all'impegno della Cooperativa BigBang Universo Accessibile le persone non vedenti, attraverso l’App Moviereading, potranno apprezzare in ogni sua sfumatura il capolavoro del neorealismo italiano, fresco di restauro realizzato dal laboratorio L’immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna. È stata proprio la Cooperativa BigBang Universo Accessibile a mettere a punto il metodo usato per la audiodescrizione: il team, composto anche da professionisti non vedenti, si è formato con i maggiori esperti internazionali di traduzione in parole di scene prive di audio nei film.

Tutto ciò che non è “parlato”, ma necessario alla comprensione del film, ha la voce di Francesco Venturini. «L’accessibilità dell’audiovisivo in Italia è ancora una chimera. Nonostante la “Convenzione ONU sui diritti per le persone con disabilità” preveda il diritto per i disabili a una piena fruizione dei prodotti culturali, ad oggi nel nostro paese sono poche le opere audiovisive che vengono rese accessibili» dichiara Irene Balbo, socia non vedente della Cooperativa «speriamo che l’approvazione della nuova legge sul cinema, in cui sono state recepite le indicazioni proposte anche dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, porti ad una maggiore attenzione al tema. Un intervento in tal senso potrebbe anche creare posti di lavoro per disabili visivi come audiodescrittori e formatori, professioni che stiamo cercando di portare avanti con la nostra cooperativa».

Ladri Di Biciclette Foto Dal Film

Foto: immagine tratta dal film © www.cinetecadibologna.it

Tutto è nato nel 2009 con il progetto Film Voices che, ispirandosi alla tradizione tedesca, ha sviluppato un metodo che mette insieme un “traduttore di immagini” vedente e un operatore non vedente con l’obiettivo di restituire l’intero senso di un’opera cinematografica. In questi anni, tra gli altri, sono stati audiodescritti i film “Benvenuti al Sud”, “Boris”, “American Hustle”, “Marie Heurtin”, “La nostra terra” e il documentario “Lepanto”.

Nel 2010 Film Voices si è aggiudicato il Kublai Award come “Miglior progetto creativo” assegnato dal Ministero dello Sviluppo Economico mentre nel 2014 il progetto è stato tra i vincitori del bando Culturability della Fondazione Unipolis, traguardo che ha determinato la nascita della Cooperativa Sociale BigBang. In attesa che sul fronte dell’audiodescrizione si muova qualcosa, intanto tra qualche giorno si può sperimentare la proiezione di “Labri di biciclette”.

L’appuntamento è per le ore 21:00 al fianco sinistro del palco al fine di poter permettere ai non vedenti di prendere posto, grazie ai volontari dell’Associazione La Girobussola Onlus, in uno dei posti riservati per loro dalla Fondazione Cineteca di Bologna.

Per informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattare Irene Balbo al 339/8073172.

Giorgia Olivieri

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×